Pilates ginnastica antalgica

La cosa importante non è ciò che stai facendo, ma come la fai” (J.H. Pilates)

Tra gli elementi favorevoli al benessere psico-fisico l’attività motoria ricopre un ruolo fondamentale; ma non basta semplicemente muoversi, è fondamentale la modalità in cui ci si muove, per evitare di ritrovarsi a distanza di tempo con problematiche fisiche dovute a ripetuti microtraumi, causati da una scorretta attività motoria.Proprio per queso è molto importante che questa attività, in qualsiasi fascia d’età, venga seguita da professionisti laureati ISEF-Scienze Motorie.

Questo vale ancor più per il metodo Pilates, che necessita di un ulteriore specializzazione e di un determinato numero di ore di tirocinio pratico in scuole certificate (PMA)).

Il Pilates, vista la sua natura di ginnastica dolce, può essere molto utile come attività motoria antalgica, con lo scopo di alleviare i dolori derivanti da problemi articolari e muscolari.

Il Pilates è dunque indicato anche per chi vuole risolvere problemi fisici che possono compromettere la qualità della vita quotidiana; questo tipo di ginnastica aiuta molto chi soffre di reumatismi, dolori articolari, artrosi.

Gli esercizi mirano a riportare il corpo ad assumere atteggiamenti corretti e a compiere quei movimenti in estensione che aiutano la muscolatura a distendersi e rilassarsi.

In questi casi la particlarità del Pilates è la morbidezza, dolcezza e un’adeguata respirazione. Gli esercizi sono eseguiti in maniera lenta e funzionale, senza chiedere al fisico particolari prestazioni di velocità e sgravando il carico naturale attraverso l’utilizzo di macchine specifiche; si effettuano stiramenti, allungamenti, movimenti che stimolano la capacità articolare o muscolare.

L’unica cosa richiesta è l’attenzione nel momento e nel respiro; infatti il Pilates richiede concentrazione, per merito di essa si impara a percepire e conoscere il proprio corpo.

Rinnovo l’invito a prenotare una lezione di prova gratuita.