esercizi_pratici

Perché prendersi cura del proprio pavimento pelvico?

  • Per prevenire in menopausa problemi di prolassi o problemi di incontinenza.

  • Per tenere la schiena più dritta e stabile e quindi risolvere problemi posturali e dolori lombari.

  • Per sostenere ed armonizzare il nostro corpo, che come sostengono molte pratiche orientali è la sede delle nostre energie vitali perciò può aiutarci ad aumentare la nostra energia, aumentare il nostro vigore e molto altro.

baggu1Nel normale svolgimento delle azioni quotidiane il pavimento pelvico entra in gioco ad esempio con uno starnuto, una risata, sollevare la borsa della spesa, alzare il figlio o nipotino, l’esecuzione degli addominali in palestra. Sono tutte azioni che ti fanno aumentare la pressione all’interno dell’addome andando a sollecitare il pavimento pelvico, che richiede una sua giusta attivazione e sincronizzazione con le altre strutture. Una mancanza di questa sincronizzazione può causarti diverse problematiche.

Cos’è il pavimento pelvico?

PAVIMENTO_PELVICO

Per pavimento pelvico s’intende quella struttura del nostro corpo che chiude in basso il bacino, corrispondente all’area genito-urinaria anale. E’ costituito da un insieme di muscoli, legamenti e fasce che svolgono importantissime funzioni, ad esempio:

  • sostenere gli organi pelvici (vescica e uretra, utero, canale vaginale, retto, canale anale);

  • controllare la funzione urinaria e fecale;

  • controllare la funzione sessuale (erezione ed orgasmo);

  • ha un ruolo fondamentale nella riproduzione (durante il parto il suo rilassamento e allungamento permette la fuoriuscita del feto);

  • funzione biomeccanica: il pavimento pelvico appartiene al cingolo pelvico, costituito da ossa, muscoli e legamenti. Questi cooperano insieme ad altre strutture quali la colonna vertebrale per garantire la stabilità del corpo e tantissimi movimenti che facciamo durante la giornata (ridere, starnutire, alzare la busta della spesa, sollevare un figlio, fare gli addominali in palestra…).

Perché ci sia una buona salute di tutto l’organismo è quindi indispensabile mantenere in buono stato questa zona del corpo, spesso dimenticata e che per molto tempo è stata considerata un “tabù”.

Come puoi prenderti cura del pavimento pelvico e perché praticare pilates per riattivarlo in modo corretto

Praticando pilates con un insegnante che abbia svolto dei corsi specifici per rieducare questa muscolatura!

 

pavimento_pelvico_2Perché Pilates? Attraverso lezioni individuali di pilates ti guideremo, tramite esercizi specifici, nella tua conoscenza di questa muscolatura, sentendola e prendendoci confidenza. Successivamente ti insegnamo a rafforzarlo e a coordinarlo con il respiro ed altre parti del corpo e sentirai come questo influenzi i nostri movimenti. In brevissimo tempo quest’attenzione ti porterà a prevenire svariati problemi e avvertire grandi benefici. Attraverso i nostri esercizi di pilates puoi:

  • far fronte al cedimento dei tessuti e prolassi durante la menopausa;

  • tenere la schiena più dritta e stabile, e quindi risolvere problemi posturali e dolori lombari;

  • alleviare dolori di tipo ginecologico e i dolori mestruali (puoi migliorare il flusso circolatorio pelvico decongestionando la zona ed evitando ristagni);

  • controllare piccole perdite;

  • ritrovare benessere dopo la gravidanza e il post-parto;

  • aumentare il piacere proprio e del proprio partner durante l’atto sessuale;

  • rendere l’addome più tonico e forte;

  • aumentare la propria vitalità ed energia. Molte filosofie orientali sostengono infatti che esso è la sede delle nostre energie vitali!

Per approfondimenti leggi le testimonianze di chi ha già provato:

Stefy:

” Quest’ultimo intervento mi ha portato un grave scompenso dell’apparato urinario 

 

Riprendi in mano il tuo benessere attraverso lezioni individuali ritagliate su misura per te e le tue esigenze.

Chiamaci e prenota una prima lezione cliccando qui!

oppure scrivici qui di seguito

[iphorm id=”1″ name=”Contatti”]