pilates-ciclismo-la-grande-onda

La respirazione controllata, il posizionamento e la mobilità del bacino, la posizione della gabbia toracica, la stabilizzazione e la mobilitazione scapolare, l’allineamento della testa al collo. Questi sono alcuni principi base del metodo Pilates. Tra le curiosità, che forse i più non sanno, ci  sono i benefici che questa disciplina porta ai ciclisti.

– Controlla gli orari di Pilates e Yoga della nuova stagione: corsi 2017/2018 –

Col Pilates, infatti, si lavora sulle spalle che spesso sono protratte per chi usa il manubrio da corsa. La posizione in sella, con il busto chiuso in flessione provoca dolori lombardi, problemi al collo e appunto alle spalle. Con un allenamento costante dedicato al Pilates si rinforza la muscolatura profonda del busto, la tenuta del muscolo traverso, che lavoro per sostenere il peso della colonna.  Secondo gli esperti, inoltre, l’abbinata Pilates e ciclismo permette di avere maggiore elasticità, più efficacia nella pedalata.

Si migliorano notevolmente anche le potenzialità del proprio apparato respiratorio. Infine, essendo una ginnastica correttiva che propone una rieducazione neuromuscolare, stimola le connessioni neuromotorie. Così facendo si imparano a muovere separatamente vari distretti corporei e al tempo stesso a collegarli tra loro. stimolando la percezione del movimento e l’equilibrio dinamico. In altre parole, si migliora il controllo e l’equilibrio muscolare.

Si impara a utilizzare in modo più efficiente e corretto i muscoli e le catene.

Fonte: ticinonotizie.it

18-29 settembre Porte Aperte a La Grande Onda: controlla a quelli lezioni puoi accedere gratuitamente.