Madonna, Uma Thurman e julia RobertsDa tempo la disciplina del Pilates è la panacea istituzionale di Hollywood. Diffuso ed apprezzato nel mondo anglosassione, il pilates è ormai penetrato nella voglia di benessere degli italiani.

Recenti statistiche rivelano una crescita del 70% di nuovi adepti nel 2006 ed un montante interessante trasversale alle diverse condizioni sociali.

Il Prof. Giorgio Galli, affermato professionista che ha scelto di vivere e lavorare in Alto Tevere, ci racconta la sua esclusiva concezione del Pilates come stile di vita. E non solo.

Tutto è cominciato una ventina di anni fa, nel cuore pulsante di Milan. Fresco di studi all’istituto Superiore di Educazione Fisica, il giovane Giorgio si fa apprezzare nelle palestre e nei club ambrosiani.

Da subito una grande passione per la ginnastica posturale e correttiva e la frequentazione di corsi altamente qualificati per le patologie della schiena, la cosiddetta Back School – metodo di correzione dei difetti di postura e terapia del movimento.

Gli studi intrapresi gli consentono di affermarsi nell’ambito  della riabilitazione motoria.

Negli anni successivi approfondisce la conoscenza di tecniche come Feldenkrais ed Alexander – sistemi di rieducazione motoria fondati sulla combinazione dei principi della moderna fisiologia e la percezione del proprio corpo, nonché le terapie manuali massoterapiche.

Poi nel 2001 avviene l’incontro con il Metodo Pilates presso la scuola Americana di Roma, che nella sua versione evoluta incorpora i più importanti principi della moderna visione olistica.

La disciplina del Pilates diviene per lui una vera e propria cultura del vivere ed un’importante occasione professionale; di lì a poco sarà un apprezzato insegnante abilitato (certified practioneer).

Ma facciamo un passo indietro poiché la distanza tra scansioni della vita metropolitana e L’Alta Valle del Tevere può essere colmata in breve tempo – ormai d’altronde è quasi un fenomeno di costume.